Punta di Parmigiano Reggiano
Il Parmigiano Reggiano fa ingrassare?
12 ottobre 2015
Lo Strolghino di Culatello
Cos’è lo Strolghino di Culatello e perché è così buono
15 ottobre 2015
Mostra tutto

Come tagliare il Prosciutto di Parma

Prosciutto di Parma tagliato a fette

Se hai acquistato un prosciutto crudo intero, è arrivato il momento di affettarlo. Non devi essere un maestro cortador per riuscire nell’impresa. Il consiglio degli esperti, specie nel caso del Prosciutto di Parma, è di aiutarsi sempre con l’affettatrice. La macchina assicura sempre fette perfette, tutte dello stesso spessore.
Se preferisci il taglio a mano, l’operazione si complica, ma con un po’ di dimestichezza con i coltelli puoi comunque fare a fette il tuo prosciutto.

Ricorda che una buona affettatura può fare la differenza fra un prosciutto buono e un prosciutto un po’ meno buono.

Come tagliare il Prosciutto con l’affettatrice

Vediamo come fare. Se hai un prosciutto crudo intero, prendi un coltello corto e ben affilato e togli l’anchetta dalla coscia. Dopodiché, elimina la cotenna.

Una volta scotennato, prima di procedere con la macchina, togli parte del grasso, a tuo piacere. Un consiglio? Non toglierlo tutto. Il grasso è quel che dà al prodotto il suo sapore caratteristico: senza, non sarebbe più Prosciutto di Parma.

Eliminata la parte di grasso, è ora di affettare. Prendi il tuo prosciutto e posizionalo sull’affettatrice dalla parte già scotennata.

Le fette devono essere sottili come un foglio di carta. Se il prosciutto fosse tagliato troppo spesso, la sua carne si impasterebbe in bocca e non riusciresti a gustarlo bene.

Un’altra raccomandazione. Affetta il prosciutto al momento. Se trascorre troppo tempo fra il taglio e il consumo, il prosciutto potrebbe perdere le sue caratteristiche organolettiche.

Una volta raggiunta la noce del prosciutto, pulisci dalla carne l’osso e la noce e rimuovi il femore. A questo punto, puoi iniziare di nuovo ad affettare il prosciutto, questa volta dalla parte della punta. Quando resterà solo il gambetto, elimina anche l’osso interno.

Come tagliare il Prosciutto a mano

Il taglio a mano richiede la giusta dose di esperienza nell’uso del coltello. Oltre a due coltelli ben affilati, ne occorre uno più piccolo e uno con la lama lunga, ti serve una morsa per fermare il prosciutto.

I tagli possono essere tanti. I più diffusi sono due: quello all’italiana, praticato su tutta la lunghezza del prosciutto; e quello spagnolo, a piccoli porzioni.

Questo è il procedimento corretto per tagliare un prosciutto crudo intero:

  1. Prendi la tua coscia di prosciutto e assicurala alla morsa.
  2. Pratica una incisione con il coltello piccolo alla base del prosciutto, accanto all’osso.
  3. Esegui una seconda incisione per togliere il piccolo osso all’attaccatura dell’anca.
  4. Sempre con il coltello corto, devi togliere sia la cotenna che le parti di grasso in eccesso.
  5. Prendi il coltello lungo e inizia a tagliare la prima fetta. Tieni la lama sempre di piatto. La fetta deve essere sottile come un foglio di carta – attraverso la fetta di prosciutto si dovrebbe sempre intravedere la lama del coltello.
  6. Per tagliare a mano le fette non devi esercitare una forza eccessiva sul prosciutto. Il movimento della lama deve essere orizzontale: in pratica, devi usare il coltello come una sega.

Senza dubbio, il taglio a mano è più difficile rispetto a quello eseguito con l’affettatrice. Se con i coltelli hai poca esperienza, meglio scegliere un prosciutto a tranci, già disossato, pronto da affettare: risparmierai tempo e in pochi minuti sarai pronto per assaporare tutta la dolcezza del vero Prosciutto di Parma DOP.