Salame Felino
Le differenze fra Strolghino e Salame Felino
6 settembre 2017
Mostra tutto

Come tagliare il Parmigiano Reggiano

Tagliare il Parmigiano Reggiano

Hai acquistato una forma di Parmigiano Reggiano e vuoi sapere come tagliarla a regola d’arte? Non tutte le tecniche di taglio sono efficaci allo stesso modo.

Anzitutto, per iniziare nel modo giusto, devi munirti dell’attrezzo adatto. Il suo nome? È il coltello a mandorla, o tagliagrana, lo strumento tipico usato per tagliare il formaggio a pasta dura e semidura; si tratta di un coltello dotato di una lama corta e appuntita, dall’inconfondibile forma a mandorla – come suggerisce il suo nome, per l’appunto.

A voler esser precisi, non è corretto dire che si taglia una forma di Parmigiano, bensì che si apre. Vediamo come fare. Per prima cosa, hai bisogno di tre coltelli a mandorla. Con la punto di uno di questi strumenti, incidi una linea a metà della forma, lungo tutto il suo diametro: dovrai ottenere due metà il più possibili simili per peso e dimensioni. Penetra con il coltello il formaggio per qualche centimetro di profondità, lungo tutta la linea tratteggiata in precedenza. A questo punto, pianta due coltelli alle estremità della circonferenza del Parmigiano e il terzo al centro della forma; i coltelli agiscono come cunei: se hai fatto tutto bene, ecco che la forma si aprirà in due parti uguali. Per ottenere delle punte di Parmigiano, o spicchi, procedi nello stesso modo: dividi una metà della forma in due parti uguali e fai lo stesso con l’altra metà.

Se non sei abile con i coltelli, esiste una soluzione più semplice – ma un po’ più costosa. In commercio, esistono macchine taglia formaggio a filo, sia manuali che automatiche: questi strumenti si avvalgono di un filo di metallo per tagliare in modo rapido, e con un’ottima precisione, qualunque forma di grana, Parmigiano Reggiano incluso.

Aperta la forma, con il coltello a mandorla puoi spezzare tante piccole scaglie, da servire in tavola. Se vuoi ottenere delle scaglie perfette, senza troppa fatica, puoi usare l’affettagrana, una paletta per tagliare il formaggio in pezzi sottili.

Quanto Parmigiano mangiare? Trattandosi di un formaggio, quindi di un alimento ricco di grassi, conviene limitarne il consumo a due o tre volte la settimana: 40 o 50 grammi per volta sono più che sufficienti per una dieta corretta.